1° Classificata – Sez. Adulti – 2017

FRANCA ROSSI – Mareggiata

Sul mare senza vento
onde lontane, cielo cupo.
Lampi lucenti spezzano l’aria.

Un nero boato sospende
la musica infinita
e un brivido percorre
l’anima mia.

Sulla battigia
detriti e rifiuti:
nuove conchiglie
dell’era industriale.

La mareggiata viene descritta attraverso tre immagini semplici, ma molto significative, in quanto ci fanno veramente “vedere” e “sentire” la furia della tempesta. Quando la natura è profondamente scossa, anche l’anima partecipa, tanto che un “brivido” la percorre.

Gli ultimi versi rappresentano l’aspetto critico della lirica, cioè il monito a non proseguire nei comportamenti errati tipici della nostra epoca. “Nuove conchiglie dell’era industriale”: espressione originale, quasi nostalgica, scelta per descrivere i rifiuti rimasti sulla battigia dopo la mareggiata.