parabole pagina film

parabole 2013

Rassegna cinematografica

1° parte

Gennaio - Marzo 2013


La parabola è un racconto breve il cui scopo è spiegare un concetto difficile con uno più semplice o dare un insegnamento morale. Come anche il termine parola, etimologicamente deriva dal latino parabola (confronto, similitudine), che a sua volta proveniva dal greco parabolé (confronto, allegoria). il sostantivo derivava dal verbo parabàllein, che significa mettere di fianco, confrontare.

Film come parabole: narrazioni ma anche come traiettorie (del destino).


Fare clic sul logo thumb cinema per vedere i trailer dei film!


Proiezioni ore 16 e ore 21


Il rosso e il blu


locandina-il-rosso-e-il-bluItalia 2012 - 98' - di Giuseppe Piccioni - con Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Roberto Herlitzka, Silvio D'amico

Giovedì 10 Gennaio 2013

thumb cinema

La scuola italiana investigata dal punto di vista dei professori senza dimenticare i mondi interiori dei ragazzi. I prof sono misantropi, smarriti, idealisti. I ragazzi solitari, anche loro smarriti. Giuseppe Piccioni (dai racconti di Marco Lodoli) sa dipingere con garbo i personaggi, sa dirigere bene gli attori (Margherita Buy, Roberto Herlitzka, Riccardo Scamarcio), sa raccontare gli spazi (finestre e porte come soglie che simbolizzano il dentro e il fuori della scuola) sa, infine, evocare la relazione complessa docente/alunno. Consigliato al ministro Profumo. Geniale la battuta su Piero della Francesca.






Monsieur Lazhar


monsieur lazharCanada 2011 - 94’ - di Philippe Falardeau – con Mohamed Fellag, Sophie Nèlisse, Emilien Neron, Brigitte Poupart

Giovedi 17 Gennaio 2013

thumb cinema

Tratto da Bashir Lazhar della scrittrice canadese Évelyne de la Chenelière, Monsieur Lazhar racconta di un immigrato algerino che si offre di sostituire, in una classe elementare, un’insegnante, che ha scelto la scuola come palcoscenico per il proprio suicidio. L’incontro tra l’uomo e gli alunni mette in scena un confronto tra culture e, soprattutto, l’elaborazione di due traumi: quello degli studenti di fronte alla morte della maestra e quello di Lazhar, in fuga dall’Al- geria, dalla morte dei suoi cari, dai suoi fantasmi. Philippe Falardeau pone e esplora sottili  interrogativi sull’educazione (non solo scolastica), sulla vita, sulla Storia, architettando una narrazione minimalista ma non didascalica ma fluida e garbata.






Tutti i santi giorni (Percorso Famiglia/famiglie) 


tutti i santi giorniItalia 2012 – 102’ – di Paolo Virzì – con Luca Marinelli, Thony, Micol Azzurro, Claudio Pallitto

Giovedì 24 Gennaio 2013
thumb cinema

Tratto da La generazione (Dalai) di Simone Lenzi, il film di Paolo Virzì narra la storia di un giovane portiere di notte (Luca Marinelli), appassionato di testi antichi, che, non riuscendo ad avere figli con la compagna, interroga gli scrittori del passato. Dal dialogo con Aristo- tele si passa a quelli reali con la fidanzata (la cantante siciliana/po- lacca Thony). La giovane coppia fa l'amore tutti i santi giorni, pur incontrandosi solo all'alba, quando lui rientra e lei esce.Una bella parabola di precarietà liquida e postmoderna, che Virzì narra con leggerezza profonda, ricamando con sottigliezza il mondo che li circonda (vicini coatti genitori, medici, ex,...). Notevole il finale, in flashback.








Skyfall

skyfall Gran Bretagna, Usa 2012 - 143’ - di Sam Mendes – con Daniel Craig, Judi Dench, Ralph Fiennes, Javier Bardem

Giovedì 31 Gennaio 2013
thumb cinema

James Bond: 50 anni di servizio al cinema, 23 film. Quello interpretato da Daniel Craig è un nuovo Bond, gaudente ma anche malinconico e esistenzialista. Lascia la guerra fredda e affronta lo scenario instabile del cyber-terrorismo, tra momenti psicanalitici e scene d’azione (Istanbul, Macao, il metrò di Londra, Skyfall nelle Highlands scozzesi), dirette con geniale senso della profodità di campo da Sam Mendes. Un Bond quasi d’essai. Gadget essenziali: la vecchia Aston Martin di Goldfinger, la pistola Walther Ppk personalizzata, una semplice radiolina con rilevatore satellitare. La Bond Girl è Bérénice Marlohe.









La sposa promessa
 
la-sposa-promessa-locandina-italiana-255118Israele 2012 - 90’ - di Rama Burshstein- con Hadas Yaron, Yiftach Klein, Irit Sheleg, Chayim Sharir

Giovedì 7 Febbraio 2013
thumb cinema

All’interno del rigore di una famiglia chassidica di Tel Aviv la storia di un matrimonio che non si deve fare e di un altro che invece bisogna celebrare, tra una ragazza e suo cognato, diventato vedovo. Shira deve colmare un vuoto impossibile (Fill the Void, recita il titolo originale), sostituendosi all’amata sorella, oppure deve rendersi responsabile della dispersione del nucleo. Rama Burshtein costruisce il film attraverso una mdp quasi immobile, primi piani, fotografia costantemente flou. La pellicola ‘respira’ insieme all’intensa Hadas Yaron (Shira), vincitrice al Festival di Venezia 2012 della Coppa Volpi.








Vivi l'italia


vivi litaliaItalia 2012 - 111’ – di Massimiliano Bruno - con Raoul Bova, Alessandro Gassman, Michele Placido, Ambra Angiolini

Giovedì 14 Febbraio 2013
thumb cinema

Massimiliano Bruno, al secondo film dopo Nessuno mi può giudicare, denuncia la voglia di raccontare il quotidiano. L’onorevole Michele Placido, finto moralista, ‘sbrocca’ e inizia a dire tutto quello che pensa. Il tono poi però cambia. I suoi tre figli (Raoul Bova, Alessandro Gassman e Ambra Angiolini) riscoprono il senso della famiglia e il piacere di guardarsi negli occhi. Un film zeppo di cose: molte canzoni, incisi fuori scena, rap, un cameo di Malgioglio, Mino Reitano che canta Italia sugli scontri tra polizia e precari, persino L’Aquila e le macerie,... La commedia all’italiana, al tempo di Monti e Grillo.








Reality


realityItalia, Francia 2012 - 115’ - di Matteo Garrone – con Aniello Arena, Loredana Simioli, Nando Paone, Graziella Marina

Giovedì 21 Febbraio 2013
thumb cinema

Il sogno televisivo e la realtà antropologica dei reality-show (GF - Grande Fratello) si fondono nel film che Matteo Garrone dirige, con la memoria rivolta a Eduardo De Filippo e a Luigi Pirandello. Da un antico palazzo fatiscente napoletano, sbuca il truffatore Luciano Ciotola (Aniello Arena). Il regista di Gomorra scansa i generi, li mescola e sembra spostare il tiro: da episodi di criminalità a puntate di intrattenimento. In realtà lo sguardo è il medesimo, attento alle avventure di un Pinocchio incapace di separare la sua ‘persona’ (maschera) dalla proprio ‘personaggio’. Il film ha vinto il Grand Prix del Festival di Cannes 2012.








Argo


locandina-argoUsa 2012 – 120’- di Ben Affleck - con Ben Affleck, Bryan Cranston, Alan Arkin, John Goodman

Giovedì 28 Febbraio 2013
thumb cinema

Teheran (Iran), 1979, per salvare sei diplomatici USA nascosti a casa dell’ambasciatore canadese - sfuggiti all’attacco all’ambasciata americana - la CIA finge, contro i dubbi del presidente Jimmy Carter e dei suoi consiglieri, la preparazione (in particolare, la ricerca di location) di un finto film di fantascienza. “Happy End, come è noto. Ma il film si segue d’un fiato come un thriller. Ben Affleck non sbaglia la sua quarta regia: tiene il ritmo, imposta le psicologie, cura la confezione e dirige benissimo il cast. E si lascia andare alla reto- rica patria solo alla fine” (Maurizio Porro, Il Corriere della Sera)









Io e te ( In collaborazione con filosofarti)

io-e-te-teaser-poster-italiaItalia 2012 - 103’ – di Bernardo Bertolucci - con : Jacopo Olmo Antinori, Tea Falco, Sonia Bergamasco, Pippo Delbono, Veronica Lazar
 Giovedì 7 Marzo 2013
thumb cinema

Lorenzo, un quattordicenne in fuga dalla mamma, dallo psicanalista e dalla settimana bianca, si rifugia in cantina. Fa inaspettata irruzione la sorellastra Olivia, che quasi non conosce: 10 anni e molto rancore in più, capelli biondi, pelliccia nera, talento per la fotografia, dedizione alla droga.Tea Falco e Jacopo Olmo Antinori si guardano racchiusi nelle loro fragilità, indecise se esplodere o chiedersi aiuto. Se Niccolò Ammaniti, nel romanzo, ha saputo raccontare il mondo di un quattordicenne, Bernardo Bertolucci trova la gioia di costruire un mondo separato e a termine, senza genitori e quasi senza miti. Le due versioni, in colonna sonora, di Space Oddity di David Bowie (originale e italiana, con testi di Mogol) trasformano in epica l’età ingrata.








Il comandante e la cicogna


il comandante e la cicognaItalia, Svizzera 2012 – 108’ – di Silvio Soldini - con Valerio Mastandrea, Alba Rohrwacher, Giuseppe Battiston, Claudia Gerini

Giovedì 14 Marzo 2013
thumb cinema

In una grande città italiana si incrociano i destini di gente semplice: un idraulico vedovo con due figli adolescenti (Valerio Mastandrea), un’artista squattrinata che assomiglia a un cartoon (Alba Rohrwacher), un (falso) misantropo, nemico delle ingiustizie (Giuseppe Battiston), Intorno c’è l’Italia del malaffare, delle truffe, dello sfruttamento. A volo d’uccello (anzi di cicogna) sul presente - ma affidando i giudizi morali alle statue di Garibaldi, Leopoardi, Verdi e Da Vinci - il milanese Silvio Soldini prova a mixare il tocco surreale di Pane e tulipani e il pedinamento del reale di Giorni e nuvo- le. Il tentativo non riesce completamente ma la leggerezza fiabesca rimane.
 
 








 
 Scelta dei film e testi a cura di Paolo Castelli


BIGLIETTI e ABBONAMENTI:

Proiezione pomeridiana:
Biglietto: 4 euro 
Abbonamento 10 film: 18 euro

Proiezione serale:
Biglietto: 5 euro 
Abbonamento 10 film: 25 euro

Abbonamento speciale "GOLD":
Valido il giovedì, il sabato e la domenica negli orari e giorni in cui viene proiettato il film in cartellone. Dà diritto all'ingresso ad una proiezione per ogni film.
Abbonamento GOLD 10 film: 35 euro

Sala dotata di impianto audio

Dolby Digital 
con altoparlanti

JBL

Cartolibreria Centrale Boragno

boragno

Via Milano, 4 - Busto Arsizio - tel. 0331-635753

Cinema Teatro Fratello Sole 
Via Massimo D'Azeglio, 1 - tel. 0331-626031 (negli orari di apertura)


Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Direzione si riserva il diritto di apportare modifiche al programma per cause di forza maggiore.

Dolby e Jbl sono marchi registrati.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy