E’una vivace raccolta di domande e risposte su varie questioni, dalla salute alla famiglia ai sentimenti, selezionati da una rubrica che Ozzy Osbourne tiene settimanalmente sul Sunday Post. Una lettura leggera per “staccare” un po’ dalla vita quotidiana, con in fondo in fondo anche una morale: Ozzy Osbourne ha trascorso quarant’anni di adolescenza irresponsabile, ma a sessant’anni e rotti, dopo aver riunito numerosissime folle, azzannato un pipistrello ed essere clinicamente morto un paio di volte, ha ristabilito le proprie priorità e da queste buffe pagine c’insegna che la vita è importante e che la famiglia sarà sempre la folla più importante che val la pena di riunire.

Beatrice

Pubblicato in Narrativa

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy