FullSizeRenderFullSizeRender 1

Concorso di Poesia

Sole d'autunno

Concorso di Poesia XIV Edizione 2015-2016 

La felicità

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini della scuola primaria

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi della scuola secondaria di I grado inferiore

Sezione adulti: possono partecipare tutti

Felicità è forse una chimera, un'illusione o sempli- cemente un sogno profondo da ricercare dentro di noi in quel cammino per ritrovare la meta? Dobbia- mo accontentarci di lampi e piccoli istanti che realizzano l'inaspettato o cercare di tornare bam- bini per liberare i pensieri appannati e appiattiti da una società complice?

Dopo le riflessioni sul silenzio, sulla solitudine, su chi c'è accanto a noi e via via altri temi, proponia- mo oggi di soffermarci sulla felicità e sulle sue infinite e sorprendenti modalità di manifestarsi.


Si ha l'impressione che sia avvenuta una omologa- zione su tipologie precostituite, divulgate e trasformate in desideri, e che abbia quindi scom- paginato il racconto del nostro vivere interpretan- do questo sentimento come possesso di un cellula- re, di un'automobile o................ma tutto ciò appare come una pazzia collettiva! Riappropriamoci allora della felicità come dono che si può ottenere non acquistando ma spezzan- do pian piano i fili di quella rete che impiglia i nostri pensieri e condiziona i nostri giorni. Liberar- si dei messaggi continui, input sottili ma profondi, nemici della nostra ricerca è il primo atto per scoprire il desiderio di felicità e forse riconoscerla nel dono della vita. Un atteggiamento di riconcilia- zione con tutto il creato,oltre a renderci sempre più profondamente liberi,può essere il primo gradino di una felicità che si intreccia con il nostro quoti- diano e ci aiuta a sorreggere quella magica sfera sulla quale, tutti insieme, giriamo intorno al Sole. La felicità così misteriosa, anelata, a portata di mano e così sfuggevole, così permalosa, soggetti- va, evanescente e spesso illusoria, così vitale da scatenare un ribollire di nostalgie, inquietudini, rimpianti e sogni, capace di suscitare emozioni, ansie, nevrosi .... vita....

è dunque ancora possibile?

 

Benedetta Sarrica Russo

Leggi tutto...

 concorso di poesia - migrare

 

Migrare ...

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi della scuola secondaria di I grado inferiore

Sezione adulti: possono partecipare tutti

Migrare....e si spalanca alla nostra sia mente una mappa di territori che si colorano di nomi, di confini e di strade in movimento e sui quali, da secoli e secoli, l'uomo costruisce il suo cammino infaticabile. Ciò che spesso appare come straordinario o imprevedibile è invece, semplicemente, il normale corso del vivere di una umanità che fin dalle origini cerca di realizzare il suo futuro. Da sempre la necessità di sopravvivere, l'ansia di gloria o la curiosità insaziabile della conoscenza, hanno spinto uomini e popolazioni ad un viaggio senza sosta, un percorso sul quale poggiare i sogni più arditi o la necessità della quiete più appagante. Ne leggiamo il racconto e attraverso la storia ne respiriamo l'aria. Accanto alle pagine di questo libro di vita, liriche stupende, dipinti straordinari, musiche vibranti, hanno poi disegnato nell'aria stormi di uccelli e pastori in cammino, inseriti e coinvolti in una armonia naturale.

Con animo attento e pensieri che navigano in uno spazio invisibile osserviamo che anche la Terra migra intorno al Sole e cerca nell'alternarsi del giorno e della notte, nel calore dell'estate e nel freddo dell'inverno, le sue condizioni di sopravvivenza e le stelle, stupite, non si spiegano la nostra sorpresa e la nostra incapacità di assecondare l'ineluttabile e condividere la possibilità straordinaria di costruire un mondo migliore.

Benedetta Sarrica Russo

Leggi tutto...

concorso di poesia sole sautunno edizione 20122013

Osservo il cielo ..... e vado oltre

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi delle scuole medie

Sezione adulti: possono partecipare tutti

 

Da sempre il fascino dell’infinito che si offre a noi oltre la volta azzurra, ha stupito e interrogato i nostri pensieri più reconditi. Le stelle hanno posto innumerevoli domande, sulle ali di uccelli misteriosi abbiamo superato i confini della nostra mente ed un sogno straordinario ci ha sorpresi con una curiosità di fanciullo ed un’ansia a volte repressa. Un lungo racconto, una ricerca continua e interrogativi che si annodano e snodano sui limiti della mente. L’affermazione più semplice e la definizione più ardita si incontrano e si allontanano seguendo orme confuse ed ognuno ha una sua risposta o un suo silenzio che teme l’infinito. Il cielo ...., e sopra di noi un mondo sconosciuto, un’altra dimensione che supera il nostro intelletto, ci investe di un compito ardito e rincorriamo infaticabili il senso più profondo del nostro esserci.

 

Raffaello con la sua splendida “scuola di Atene” già fermava sulla tela questa domanda straordinaria ed i secoli ed il tempo continuano a sollecitare il nostro tentare incrollabile con l’eloquenza di un gesto al quale non possiamo sfuggire. Osservo il cielo .... e vado oltre, chiamo a raccolta l’intero creato, respiro profondamente e corro con gli occhi chiusi perché quello che mi attende non si può vedere ma si può solo percepire con il cuore e con l’umiltà che riconosce i limiti umani.

 

Sovviene il dubbio di un Altro che, sorridente, entra nel gioco del nostro esistere e forse ne suggerisce il senso e la meta.

 

Benedetta Sarrica Russo

Leggi tutto...

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy