montale-u170468842424rd-135x132-031Eugenio Montale

 

 

 

Numerosi libri autorevoli hanno interpretato ampiamente la poetica di Eugenio Montale consegnandoci profonde riflessioni e accompagnandoci in un percorso di lettura entusiasmante e ricco di sfumature.

Qui vogliamo semplicemente sottolineare le splendide poesie d’amore, da quelle contenute nella raccolta XENIA, dedicate alla moglie Drusilla Tanzi, a tutte le altre liriche.  Ci raccontano di un amore tenero e potente allo stesso modo, un Amore fatto di intensa condivisione, quasi un’immersione reciproca, una complicità in un sorriso d’intesa, ricordi tangibili nella loro sfumata presenza, capaci di respirare con la forza del desiderio, invocati e desiderati come insopprimibile desiderio di ossigeno per continuare a vivere. Una presenza che va “oltre”, un’àncora calata nel cuore ed il passato si veste di un tempo nuovo per un futuro carico di nostalgia. Fragilità di ricordi che non possono svanire, custoditi e difesi con la sicurezza di un Amore che non teme l'oblio.

 

Benedetta Sarrica

220px-Giovanni Pascoli 01GIOVANNI PASCOLI   - X AGOSTO

 

 

Proposte culturali …. e si apre uno scenario di opportunità quasi all’infinito, la curiosità spazia dalle opere poetiche più intense alle sinfonie più coinvolgenti, dagli affreschi più enigmatici all’armonia assoluta di luci ed ombre in dipinti straordinari.

Un’ansia di partecipazione libera i nostri sentimenti più nascosti sprigionando intuizioni inaspettate.

Grandi artisti si affollano, cercano il loro spazio, chiedono di essere liberati dalle maglie che la polvere ha deposto sugli scaffali e che li ha trasformati in freddi volumi di antico e apparente obsoleto vigore.

Leggi tutto...

 

pierluigi-cappello1 thumbnail-300x199

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pierluigi Cappello, giovane poeta nato nel 1967 a Chiusaforte, è costretto ad affrontare fin dall’infanzia prove

durissime che certamente segnano la sua sensibilità ed il suo rapporto con le esperienze della vita.

Le sue poesie sono ricche di una musicalità originale, severa e non immediata ma capace di aprire

spiragli sconosciuti e di ampio respiro, scintille di passato e di futuro che superano la parola ed il suo significato rigoroso.

No, noi, e “il cjant di Avril”si leva limpido e forte, consapevole di una esistenza responsabile, di una vita che giustifica i sacrifici,

incredibilmente dura ma accettata per “quel cielo di aprile” che si accende nello sguardo d’attesa dei figli.

E si leva, insieme, il coraggio di cantare per esorcizzare il buio di un bosco fitto e respirare il domani del mondo tra i rami fermi nel silenzio,

un canto di obbedienza alla vita e alla potenza dei sogni, un canto condiviso e libero di volare sopra le nuvole, oltre le possibilità dello sguardo e della quotidianità.

 

Leggi tutto...

 

 

 

 

 

 

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA. 

 

21 Marzo 2014

 

 

 

 

 

Schermata 2014-11-24 a 11.14.45

 

 

 

Leggi tutto...

Cinema Teatro

Schermata 2014-11-24 a 10.51.22

Sole d’autunno

Incontri di poesia con Silvio Raffo

 

w w w . f r a t e l l o s o l e . i t

 

Schermata 2014-11-24 a 10.51.06

Leggi tutto...

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy