logopoesia-grande

Leggo nei volti...
... e in ogni dove..
... la poesia del vivere

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi delle scuole medie

Sezione adulti: possono partecipare tutti

Il tema proposto rinnova l'invito ad una continua e sempre più profonda lettura della quotidianità, ad una più intensa partecipazione alla vita di chi ci è accanto, ai luoghi che raccolgono il nostro passare e al senso del nostro esserci. Leggo nei volti e in ogni dove... e, a poco a poco, l'anima delle cose si accende di un intenso colore del vivere in un miscuglio di ansia, desiderio, sogno, paura, coraggio, violenza mettendo a nudo tutto ciò che nel nostro tempo dell'apparire ci sconvolge e ci annienta. Il giorno e la notte si ignorano ed i gesti si sovrappongono, si snebbiano, raccontano del soffrire e del gioire e ci svelano..., la poesia del vivere. Leggo nei volti... e il gioco della memoria coraggiosamente affronta il vivere rendendolo magico e imprimendo in ogni ruga ed in ogni sorriso il ricordo del suo esistere. Accarezzo quel vivere tanto maltrattato e offeso,
fortemente in pericolo, frainteso e umiliato e invento un futuro non di nostalgia ma di consapevolezza. Ne rincorro la Poesia, in una attualità profondamente controcorrente, alla scoperta di un senso personale che sconfina dai suoi limiti per ritrovare il percorso dell'umanità.

Benedetta Sarrica Russo

Leggi tutto...

 

logopoesia-grande

 
Ogni giorno creo il mio racconto

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi delle scuole medie

Sezione adulti: possono partecipare tutti

 

Ogni giorno la vita scrive una pagina del nostro racconto personale e si realizzano così pian piano i capitoli nel  gran libro del mondo. Il respiro della realtà e della fantasia accompagna ogni nostro gesto, ogni nostra azione e dalla capacità di filtrarne il vero senso si arricchisce il nostro tempo , esprimendone le difficoltà  mediate dalla tenacia, le gioie dense di tenerezza, il nostro esserci comunque con i successi o con le delusioni.

E'un racconto che profuma di sogni, di affetti, di casa o di un pezzo di cielo a coprire il capo. Coraggio e,  a volte,  viltà si intrecciano nelle ore mettendo a nudo nel più profondo un sentiero non sempre pianeggiante, con acquazzoni che liberano all'improvviso cieli incredibilmente azzurri e con le parole che si snodano  su intrecci di affascinante intensità  o disperata solitudine.

Ogni giorno i passi lasciano il loro segno e li accompagniamo con la dolcezza di un gioco nel quale i sentimenti cercano la forza di quelle virtù che non sempre l'uomo sa di possedere. Osserviamo  questo respiro soffocato da corse tumultuose, ferito da  reazioni violente, umiliato dall'arroganza dei potenti, beffeggiato nell'andare senza scrupoli, annientato nell'esternazione di scelte disumane, acceso da umili gesti d'amore.

Vorrei che il mio racconto avesse una conclusione semplice, vorrei che fosse libero di volare su cieli sereni accompagnandosi con le note profonde di un silenzio liquido. Vorrei  ...... e continuo a scrivere le pagine della mia vita.


Benedetta Sarrica Russo

Leggi tutto...

 

concorso2010

"Nell'aria il respiro del mondo"

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi delle scuole medie

Sezione adulti: possono partecipare tutti

 

Nell'aria il respiro del mondo vaga alla ricerca di quel senso che non è solo nell'esistere ma è nel divenire, in quel "panta rei" che forse è scopo e fondamento, che si alimenta del suo stesso esistere e la cui condivisione crea il concetto ed il fascino dell'umanità.
Oggi più che mai il respiro del mondo con i suoi profumi e le armonie ma anche le angosce e le lotte, l'abbandono e le grida di aiuto, in una contemporaneità che drammaticamente li spersonalizza e ne smorza l'intensità, in una massificazione che accosta futilità e tragedie, ci appartiene ed interroga le nostre coscienze.
Ognuno di noi è immerso, in maniera più o meno consapevole, in questo respiro che è pensiero. L'uomo, nelle diverse maturità e capacità di osservare, ascoltare, stupirsi, soprattutto pensare, spesso annienta la stupenda capacità di percepirlo e, soffocato dal gioco crudele del vero, del falso e del verosimile, non trova il coraggio di riconquistare e riappropriarsi di quel sentimento magico che può dare anima alla sua riflessione.
Il tema proposto vuole essere un invito a scoprire il respiro dell'umanità nel nostro respiro per dare un senso a quegli orizzonti che ci ricordano l'infinito, a quel non tempo che misura la nostra speciale immortalità.

Benedetta Sarrica Russo

 


 

Regolamento

  1. Tema proposto: "Nell'aria il respiro del mondo"
  2. Ogni partecipante può presentare un massimo di 2 componimenti. Le poesie devono essere originali e scritte in lingua italiana. Le poesie consegnate devono essere originali, non devono essere state già pubblicate o premiate ad altri concorsi.
  3. Le poesie vanno consegnate in un unico plico presso il Teatro Fratello Sole (via M. D'Azeglio, 1 - Busto Arsizio (va)-21052) negli orari di apertura (mercoledì e venerdì dalle 18 alle 19 e giovedì dalle 16 alle 18) o spedite al medesimo indirizzo. In alternativa le poesie possono essere inviate via E-mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. A seguito dell'invio via e-mail verrà inviato un messaggio di conferma di avvenuta ricezione entro 7 giorni lavorativi.
  4. Le poesie dovranno pervenire, per la sezione bambini e ragazzi, entro il 19 maggio 2010 e, per la sezione adulti, entro il 31 Maggio 2010.
  5. Consegna in forma cartacea: di ogni poesia devono essere inviate in una busta 7 copie anonime, dattiloscritte o fotocopiate, tutte leggibili. Sia le copie che la busta che le contiene devono riportare indicato chiaramente a quale sezione appartengono (adulti, ragazzi o bambini). Alla busta con le poesie dovrà essere allegata una busta chiusa con all'interno un foglio con i dati del partecipante: nome, cognome, età, telefono e indirizzo postale e (se disponibile) indirizzo e-mail.
    Consegna via e-mail: le poesie devono essere inviate singolarmente come file allegato in formato TXT, RTF, DOC, ODT o PDF. I dati del partecipante devono essere specificati nel testo dell'e-mail (nome, cognome, indirizzo postale, telefono, indirizzo e-mail). Sarà cura della segreteria inserire in busta chiusa i dati anagrafici e in una seconda busta le poesie per la consegna alla giuria. Al momento della ricezione verrà assegnato un numero di iscrizione. Le buste con i dati personali verranno aperte dopo la scelta del vincitore.
  6. La partecipazione al concorso è gratuita.
  7. Le opere inviate non saranno restituite. Il Teatro non è tenuto ad alcuna comunicazione ai partecipanti non premiati. I risultati verranno resi noti tramite il sito internet del teatro: www.fratellosole.it e sul sito: www.literary.it
    Ai premiati sarà data comunicazione.
    La Direzione non è responsabile di eventuali smarrimenti dei testi.
  8. Per ogni sezione i premi saranno 3, offerti dal Cinema Teatro Fratello Sole, dalla Libreria Boragno (Via Milano 4, Busto A.) e da Telearchivi (Via del Bosco 41, Busto A.). I premi consisteranno in un buono per l'acquisto di libri: per la sezione ragazzi e bambini del valore di 150 euro per il I premio, di 100 euro per il II e di 50 euro per il III; per la sezione adulti 200 euro per il I premio, di 150 euro per il II e di 100 euro per il III.
  9. La direzione del Teatro si riserva il diritto di cambiare, non assegnare o modificare i premi a suo insindacabile giudizio.
  10. La premiazione dei vincitori per il concorso sezione bambini e sezione ragazzi avverrà il 12 giugno 2010 alle ore 17:00 presso il Teatro Fratello Sole. La data della premiazione della sezione adulti sarà comunicata in seguito a ciascun partecipante e sui siti Web: www.literary.it e www.fratellosole.it.
  11. Tutti i partecipanti presenti alla premiazione potranno leggere la loro poesia.
  12. Ai sensi della Legge 196/03 i concorrenti (e i rispettivi genitori) autorizzano l'organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell'ambito del concorso.
  13. I partecipanti al concorso autorizzano a raccogliere in un eventuale volume le loro opere, pur conservando i rispettivi autori la proprietà letteraria delle stesse.
  14. La partecipazione al concorso costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento.
  15. Per quanto non previsto dal presente regolamento valgono le deliberazioni della Direzione del Teatro Fratello Sole.

 

Perché un concorso a tema?
La riflessione a tema continua ad essere un seme di questo "Sole d'Autunno" ed una sfida con se stessi e con le proprie capacità. Una ricerca continua, una strada in comune che percorriamo da diversi anni, un viaggio insieme, semplicemente, per una conoscenza che ci emoziona e ci arricchisce.


 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

concorso di poesia VII edizione

"Il giorno e la notte, luce e tenebre"

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi delle scuole medie

Sezione adulti: possono partecipare tutti

 

Il nostro cammino di poesia è ormai consapevole dell'esserci, le riflessioni di questi anni ci hanno aperto orizzonti ampi e la nostra curiosità filosofica e poetica ci invita a ricercare altre sensazioni magiche e vibranti. Ci affascinano il giorno e la notte, la luce e le tenebre, un apparente labirinto di conoscenza e del non sapere in un alternarsi e sovrapporsi inconsapevoli.
Le strade ci appaiono a volte più familiari, a volte impraticabili, ci par di vivere un contrasto violento che realizza la nostra esistenza e ci interroghiamo sul senso vero di questa luce che ci inonda o delle tenebre che ci ammutoliscono. Ci appassioniamo a questo viaggio in una "consapevolezza sempre più consapevole" realizzando con la nostra riflessione un dono d'amore alla vita: La luce alla quale volgiamo coraggiosamente il nostro volto e l'ombra che accettiamo o cerchiamo, ci accompagnano notte e giorno in un'altalena di ore vissute alla ricerca di quel senso totale dell'esistere fatto di frenesie e pause, di lotta e di abbandono.
Sentimenti innumerevoli che scopriamo in una contemporaneità che va oltre l'immagine, confini che si sovrappongono e liberano sicurezze e paure, dubbi e sogni, il male di esserci o l'aspirazione a diventare "figli della luce" e "figli del giorno".

Benedetta Sarrica Russo

 


 

Regolamento

  1. Tema proposto: "Il giorno e la notte, luce e tenebre."
  2. Ogni partecipante può presentare un massimo di 2 componimenti. Le poesie devono essere originali e scritte in lingua italiana. Le poesie consegnate devono essere originali, non devono essere state già pubblicate o premiate ad altri concorsi.
  3. Le poesie vanno consegnate in un unico plico presso il Teatro Fratello Sole (via M. D'Azeglio, 1 - Busto Arsizio (va)-21052) negli orari di apertura (mercoledì e venerdì dalle 18 alle 19 e giovedì dalle 16 alle 18) o spedite al medesimo indirizzo. In alternativa le poesie possono essere inviate via E-mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. A seguito dell'invio via e-mail verrà inviato un messaggio di conferma di avvenuta ricezione entro 7 giorni lavorativi.
  4. Le poesie dovranno pervenire, per la sezione bambini e ragazzi, entro il 30 Aprile 2009 e, per la sezione adulti, entro il 31 Maggio 2009.
  5. Consegna in forma cartacea: di ogni poesia devono essere inviate in una busta 7 copie anonime, dattiloscritte o fotocopiate, tutte leggibili. Sia le copie che la busta che le contiene devono riportare indicato chiaramente a quale sezione appartengono (adulti, ragazzi o bambini). Alla busta con le poesie dovrà essere allegata una busta chiusa con all'interno un foglio con i dati del partecipante: nome, cognome, età, telefono e indirizzo postale e (se disponibile) indirizzo e-mail.
    Consegna via e-mail: le poesie devono essere inviate singolarmente come file allegato in formato TXT, RTF, DOC, ODT o PDF. I dati del partecipante devono essere specificati nel testo dell'e-mail (nome, cognome, indirizzo postale, telefono, indirizzo e-mail). Sarà cura della segreteria inserire in busta chiusa i dati anagrafici e in una seconda busta le poesie per la consegna alla giuria. Al momento della ricezione verrà assegnato un numero di iscrizione. Le buste con i dati personali verranno aperte dopo la scelta del vincitore.
  6. La partecipazione al concorso è gratuita.
  7. Le opere inviate non saranno restituite. Il Teatro non è tenuto ad alcuna comunicazione ai partecipanti non premiati. I risultati verranno resi noti tramite il sito internet del teatro: www.fratellosole.it e sul sito: www.literary.it
    Ai premiati sarà data comunicazione.
    La Direzione non è responsabile di eventuali smarrimenti dei testi.
  8. Per ogni sezione i premi saranno 3, offerti dal Cinema Teatro Fratello Sole, dalla Libreria Boragno (Via Milano 4, Busto A.) e da Telearchivi (Via del Bosco 41, Busto A.). I premi consisteranno in un buono per l'acquisto di libri: per la sezione ragazzi e bambini del valore di 150 euro per il I premio, di 100 euro per il II e di 50 euro per il III; per la sezione adulti 200 euro per il I premio, di 150 euro per il II e di 100 euro per il III. A tutti i partecipanti sarà consegnata una pergamena personalizzata.
  9. La direzione del Teatro si riserva il diritto di cambiare, non assegnare o modificare i premi a suo insindacabile giudizio.
  10. La premiazione dei vincitori per il concorso sezione bambini e sezione ragazzi avverrà il 13 giugno 2009 alle ore 17:00 presso il Teatro Fratello Sole. La data della premiazione della sezione adulti sarà comunicata in seguito a ciascun partecipante e sui siti Web: www.literary.it e www.fratellosole.it.
  11. Tutti i partecipanti presenti alla premiazione potranno leggere la loro poesia.
  12. Ai sensi della Legge 196/03 i concorrenti (e i rispettivi genitori) autorizzano l'organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell'ambito del concorso.
  13. I partecipanti al concorso autorizzano a raccogliere in un eventuale volume le loro opere, pur conservando i rispettivi autori la proprietà letteraria delle stesse.
  14. La partecipazione al concorso costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento.
  15. Per quanto non previsto dal presente regolamento valgono le deliberazioni della Direzione del Teatro Fratello Sole.

 

Perché un concorso a tema?
La riflessione a tema continua ad essere un seme di questo "Sole d'Autunno" ed una sfida con se stessi e con le proprie capacità. Una ricerca continua, una strada in comune che percorriamo da diversi anni, un viaggio insieme, semplicemente, per una conoscenza che ci emoziona e ci arricchisce.


 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

poesialogo

"Io nella città..."

 

Sezione bambini: possono partecipare i bambini delle scuole elementari

Sezione ragazzi: possono partecipare i ragazzi delle scuole medie

Sezione adulti: possono partecipare tutti

 

Dopo aver iniziato un percorso di riconoscimento del nostro esistere, con la scoperta di noi stessi, del tempo e del silenzio, del nostro spazio e di chi ci vive accanto, ecco giungere l'invito a scoprire il legame con la città nella quale viviamo. "Io nella città"... non possiamo tirarci indietro...non posso tirarmi indietro... "Io nella città" con tutte le implicazioni che ciò comporta..."io con la città" per un cammino in comune, "io per la città", con il rispetto e l'amore con cui devo proteggerla,...io...sempre.. per osservarla nei suoi momenti più teneri, per perdonarla nei suoi gesti crudeli, per crescere insieme a lei. In una consapevolezza di un bene comune, di una ricchezza spesso dimenticata, di un rifugio che a volte dà quiete e a volte spaventa, di uno spazio che diventa salotto o di un via vai che diventa stazione, impotente agli abusi ed agli scempi o
serena nella sua tenera armonia, ...io vorrei, sotto il cielo della mia città, scoprire il mondo. La città imprigiona e libera, conserva e mi racconta, vive della mia vita ed io della sua, protagonisti di un tempo che va oltre il mio giorno.

Benedetta Sarrica Russo

 


 

 


 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy