Ci ritroviamo esattamente là dove ci eravamo lasciati, la sera del 30 novembre 1998, con il Concerto di Inaugurazione, e facciamo un piccolissimo passo in avanti al 1 dicembre, quando ci fu la replica dello stesso concerto dell’Orchestra Carlo Coccia di Novara diretto da P. Renato Beretta. Due serate, e due serate di pienone, mentre i giornali cominciavano a parlare di noi.

Padre Flaviano è sempre stato molto schivo, ma rilascia in quei giorni una bella intervista in cui specifica ben chiaramenete lo scopo e la destinazione del nuovo Fratello Sole: “…lo spazio deve essere di sostegno alla comunità cittadina e quindi deve funzionare non a scopo di lucro, ma per promuovere iniziative culturali e di aggregazione.”


A dicembre un solo altro appuntamento, la Festa degli Auguri della famiglia Bustocca, ma appena si apre il nuovo anno si parte davvero con i film.
Primo in assoluto ad essere proiettato, sabato 3 gennaio 1998, Jerusalem di Bille August con Max Von Sydow tra gli interpreti, seguito durante il mese da Ovosodo di Paolo Virzì, il cartone animato Freccia Azzurra e Due padri di troppo di Ivan Reitman con Robin Williams. Per il pubblico del giovedì pomeriggio i titoli sono differenti: La felicità è dietro l’angolo di E. Chantiliez, Madame Butterfly di F.Mitterand e La promesse di Luc Dardenne.
Ma non solo: al via anche il teatro, con Forza venite gente e I Danè fan Danà.

E da lì in poi, fino a fine giugno, rassegne cinematografiche, spettatoli teatrali, il Concerto Mandolinistico il 1 marzo, l’8 marzo una serata di poesia e musica (“Voci di donna”) per la festa della donna, tra marzo e maggio 6 incontri e dibattiti per un programma di approfondimenti sulla televisione, in aprile un dibattito su Giacomo Leopardi, un Galà Lirico il 16 maggio sul tema Verdi e l’Ottocento, a giugno So in love, con le musiche dei più famosi musical americani e a fine giugno uno spettacolo di danza. E tanto altro. Finalmente la chiusura estiva, dico io! E tanto riposo per gli instancabili volontari che alla riapertura di ottobre sarebbero stati chiamati ad una stagione molto impegnativa: domenica 27 settembre si inaugurava ufficialmente il centenario della presenza dei Frati a Busto arsizio ed il programma CENTO ANNI INSIEME delle celebrazioni era fittissimo, con il Teatro Fratello Sole sempre in prima posizione: si sarebbero ospitate nel salone polifunzionale mostre pittoriche e fotografiche, ci sarebbero state conferenze, spettacoli teatrali e di danza, concerti, film a tema francescano. Guardate quanto era lungo il volantino…:

Insomma, un bel tour de force, considerando il fatto che in quella stagione cominciarono le prime vere rassegne cinematografiche guidate dalla consulenza del nostro carissimo Paolo Castelli: “Cinque parole per il 2000” da ottobre a dicembre, e “Dieci parole per il 2000” da gennaio a marzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma non solo… a ottobre e novembre al sabato e alla domenica si proiettò una nutrita selezione di Film dal Festival di Venezia 1998 che tenne impegnati gli eroici volontari per otto sabati e domeniche.

Il giro di boa dell’anno nuovo vide la nascita della Rassegna del Teatro per i bambini, con gli spettacoli di Enrico Croce, i concerti della Società del Quartetto, e, a marzo, si affacciarono timidamente anche gli spettacoli di cabaret, con nomi altisonanti quali Flavio Oreglio e Leonardo Manera, per non parlare del Festival Chitarristico Internazionale Bustese, quattro importanti appuntamenti tutti al Fratello Sole nel mese di maggio.
Estenuante, vero? Sì, ma tanto estenuante quanto entusiasmante! Si camminava velocemente, e molte altre iniziative, chiuse in un cassetto, attendevano.

        

 

MGF

Fonti: archivio Cinema Teatro Fratello Sole.